La Russia è davvero come media, politica e opinione pubblica la dipingono da sempre? Non c’è forse una patina di diffidenza che modifica la percezione di eventi e personaggi a lei legati? È a domande come queste che cerca di...

Il lungo addio

Quello tra Washington e l’Europa è un rapporto nato negli anni immediatamente successivi alla seconda guerra mondiale, consolidatosi durante la guerra fredda (quando l’URSS faceva paura) che, negli anni successivi al 1991, si è progressivamente allentato al...
Dalle colonne del Fatto Quotidiano, Pietrangelo Buttafuoco racconta "L'Italia profonda", la fatica a quattro mani di Franco Arminio e Giovanni Lindo Ferretti. Quell’insieme di giornalismo, grande finanza, banche e la politica stessa – insomma,...
Pubblichiamo alcune pagine del libro di Giulio Meotti "La Tomba di Dio. La morte dei cristiani d'Oriente e l'abbandono dell'Occidente" (Cantagalli, 323 pagine, 20 euro). È un destino che sembra attendere i cristiani...

Restanza

Un'intervista a Vito Teti, ordinario di Antropologia Culturale presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università della Calabria, autore di Pietre di pane. Un'antropologia del restare (Quodlibet): testo letterario, di narrativa e di memoria, con racconti di viaggio emigrazioni....

Se Venezia muore

"Se Venezia muore non sarà solo Venezia a morire: morrà l’idea stessa di città, la forma della città come aperto e vario spazio di vita sociale, come creazione di civiltà, come impegno e promessa di democrazia". Se...
Nei giorni in cui nel dibattito politico si è tornato a parlare di beni comuni, complice il rilancio del DDL Rodotà, è utile rileggere un volume edito nel 2017 dal Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università Roma Tre dal...

Immortale odium

L'unità d'Italia non è stata l'eroica epopea che la vulgata corrente vorrebbe far credere. Molti episodi sono ancora circondati da un alone di mistero, molte personalità dei protagonisti non sono state indagate a fondo, molti eventi sono frutto di...

Homo migrans

Sul Giornale, Stenio Solinas recensisce il libro "Homo Migrans" di Giuseppe Giaccio e, con la sua consueta arguzia, ci mostra l'aporia dell'immigrazione di massa che è, allo stesso tempo, completamento ideologico della mondializzazione finanziaria e stadio terminale di un...
"Dante e la selva oscura" è un libro di Gianni Vacchelli, qui recensito da Claudia Gualdana. Leggere Dante senza intellettualismi. Sarebbe stato un buon sottotitolo. Se non fosse che Vacchelli intellettualizza eccome, ma liberando l’Alighieri dalla “monumentalizzazione” molesta che l’ha...

LETTURE